Home 9 Nomadi Digitali 9 Nomadi digitali: 5 lavori per vivere viaggiando

Nomadi digitali: 5 lavori per vivere viaggiando

Nomadi Digitali

Se il tuo obiettivo è viaggiare in tutto il mondo e allo stesso tempo lavorare (Nomadi digitali), questo è proprio l’articolo che fa per te.

Sogni anche tu di lavorare con il tuo pc in riva al mare sotto una palma mentre sorseggi un bel cocktail di frutta?

Se la risposta è si, bè non sei l’unico!

Che bel paradiso per un nomade digitale!

Se fino a qualche anno fa risultava difficile lavorare viaggiando, negli ultimi anni le possibilità ed i lavori che permettono uno stile di vita del genere sono tantissimi.

Nel 2020, abbiamo visto da vicino le potenzialità del lavorare da remoto come freelance. Ormai lavorare in ufficio non è l’unica possibilità se hai le competenze adatte.

Per diventare nomade digitale, devi sfruttare al massimo l’opportunità di poter svolgere un lavoro dal tuo pc, in base ai tuoi ritmi e alle tue passioni.

Se non sai proprio da dove partire in questo articolo ti proponiamo 5 lavori che fanno al caso tuo se vuoi diventare un nomade digitale e vivere viaggiando in giro per il mondo o semplicemente fuori porta e goderti la tranquillità di un’ambiente lontano dal caos cittadino.

1. Lavorare con la scrittura per diventare un nomade digitale

Se ami scrivere, puoi trasformare la tua passione in un lavoro a tempo pieno.

Lavorare con la scrittura non solo ti permette di viaggiare lavorando, ma rende anche il tuo lavoro flessibile e eclettico, visto che gli argomenti degli articoli di norma cambiano sempre. Dalla tecnologia alla letteratura, dall’economia alla salute: potrai scrivere di temi molto diversi tra loro.

Web writer

Un lavoro perfetto per diventare nomadi digitali è quello del web writer. Vista la grande quantità di siti web e blog in rete, c’è molta richiesta per la creazione di contenuti testuali.

Grazie alle piattaforme online,come ad esempio Fiveer, puoi entrare in contatto con persone provenienti da tutto il mondo. Perciò, se conosci più di una lingua, potresti essere notevolmente avvantaggiato rispetto ad altri scrittori freelance.

Devi tenere conto che il settore della scrittura web è molto competitivo. Per fare successo in questo campo, devi costruirti un tuo spazio e cercare di dare il massimo in ogni tuo lavoro, seguendo le indicazioni dei clienti per filo e per segno.

Non è richiesto un titolo di studio specifico. Tuttavia, devi conoscere bene le regole grammaticali della lingua in cui punti di scrivere gli articoli e le tecniche di scrittura per il web. Argomenti come parole chiavi, SEO, link ecc.. devono diventare il tuo pane quotidiano :).

Blogger

Nomadi digitali
Nomadi digitali all’avventura, zaino in spalla e si gira il mondo

Se vuoi diventare un nomade digitale, puoi anche decidere di aprire un blog tutto tuo invece di scrivere per altri. Tante persone lo hanno fatto e hanno trovato una miniera d’oro.

Ad esempio, se vuoi vivere on the road, puoi costruire il tuo blog intorno a quello. I blog di viaggi raggiungono notorietà perché raccontano esperienze uniche che non possono essere vissute da tutti.

Non è richiesto nessun percorso di studi specifico, ma solamente la voglia di mettersi in gioco.

Traduttore freelance

Anche se si tratta di un lavoro leggermente diverso dalla scrittura di contenuti, se ami la scrittura potresti dedicare il tuo tempo anche alle traduzioni freelance.

Infatti, anche chi fa traduzioni deve conoscere la grammatica e le tecniche migliori di esprimere un certo concetto a parole. Tuttavia, si occupa di rendere un testo da una lingua a un’altra.

A differenza del web writer, un traduttore freelance deve per forza conoscere le lingue. Infatti, essendo un lavoro freelance molto gettonato, conoscere più lingue può rivelarsi un’arma vincente per chi vuole dedicarsi a questa professione.

2.    Realizzare ed editare foto e video

I proprietari di siti web e di canali Youtube cercano di aumentare il loro traffico inserendo foto e video di qualità. Perciò, spesso si affidano a delle figure professionali esterne: fotografi, video maker e video editor.

Non è difficile imparare a fare questi lavori. Infatti, i clienti non richiedono che tu abbia svolto un percorso di studi specifico. Basta avere fantasia e l’attrezzatura giusta: smartphone, computer e fotocamera professionale.

Se sai già utilizzare i software di editing, come Adobe Premiere Pro e FinalCut Pro, Affinity photo parti avvantaggiato. Altrimenti, puoi impararli da autodidatta: sul web oggigiorno puoi trovare di tutto, dai corsi gratuiti su youtube a Corsi di migliaia di euro di professionisti del settore.

Fotografo

Nel settore della fotografia, c’è molta competizione. Infatti, molte persone sono appassionate di questo mondo e iniziano a vendere i loro servizi online.

Per diventare un fotografo, devi contare su attrezzatura professionale e fare un po’ di esperienza, ad esempio facendo degli scatti a persone e luoghi vicini a te. Così, potrai far vedere a tutti le tue competenze e il tuo stile di fotografia. Per farti conoscere come Fotografo e far vedere i tuoi lavori ti consiglio un bel profilo instagram attivo e un portfolio su Behance (se non sai cosa è ti consiglio di darci uno sguardo)

Video editor

Un video editor deve saper utilizzare al meglio software di editing professionali, partendo da video già realizzati dal cliente.

Perciò, devi essere molto attento ai dettagli e fare in modo che il risultato finale rispetti le aspettative di chi l’ha commissionato.

Video maker

Un video maker si occupa di realizzare un video per intero: deve poter contare su una videocamera professionale e sui software di editing.

Il suo ruolo consiste nel ricercare le immagini, realizzandole in prima persona. Aggiungere eventuali testi o grafiche ed effettuare il montaggio finale.

Ovviamente, si tratta di un progetto più complesso, retribuito meglio di un semplice video editing. Anche qui trovi il mondo di tutorial su Youtube.

3. Diventare nomade digitale lavorando con i social network

I social network sono piattaforme che offrono tantissime opportunità di lavoro per chi sogna una vita on the road. Sia che si tratti di social media management, di creazione di contenuti o di consulenza, ci sono tante opportunità lavorative in questo settore.

Social Media Manager

Il Social Media Manager, come suggerisce il nome, si occupa della gestione di tutti i profili social di aziende, brand o anche privati. In altre parole, deve preparare e pubblicare i contenuti sulle varie  piattaforme. Ad esempio, un social media manager può essere incaricato di realizzare storie e post su Instagram oppure video su Tik Tok per il profilo dell’azienda, incorporando i suoi valori e la sua strategia comunicativa.

Non è necessario possedere una formazione specifica per lavorare in questo campo. Tuttavia, avere esperienza nel settore del marketing può servire a costruirsi un nome, visto che c’è tanta competizione su Internet.

Consulente di digital marketing

Invece di gestire i profili social, puoi dare consigli su come utilizzarli. Infatti, sempre più aziende cercano consulenti che possano supportarli nella loro strategia di digital marketing, identificando la strategia che si adatta meglio al loro brand.

Se sei appassionato di marketing e di tecnologia, potrebbe essere il lavoro perfetto per te. Può essere svolto ovunque: perfino da una spiaggia dei Caraibi.

Content creator

Il content creator, noto meglio come influencer, fa qualcosa di simile al Social Media Manager, ma si mette in proprio, invece di lavorare per altri. In altre parole, un content creator realizza per i propri profili social dei contenuti interessanti che possano richiamare il pubblico.

Condividendo dei momenti salienti della propria vita e realizzando video utili o divertenti, puoi aumentare il tuo numero di follower e iniziare a guadagnare sui social network. Infatti, le aziende contattano gli influencer più promettenti per promuovere i loro prodotti.

Questo lavoro può essere fatto in qualunque posto del mondo. Anzi, viaggiando molto, puoi “vendere” contenuti più interessanti, che possono piacere a molte più persone ed attirare maggiori opportunità di guadagno per un nomade digitale.

4.    Web developer

Se vuoi diventare un nomade digitale, puoi iniziare a lavorare come web developer. Questa figura professionale genera i codici per siti web, app sul cellulare o videogiochi. Si tratta di uno dei lavori pagati meglio sulle piattaforme online.

È richiesta la conoscenza di software di programmazione, come Java. Perciò, di norma, i programmatori possiedono una laurea in ingegneria informatica. Tuttavia, è possibile imparare a usare i linguaggi di programmazione anche da autodidatta. Basta solo poter dimostrare di avere le competenze necessarie per lavorare in questo settore.

Questo lavoro si adatta a una vita in viaggio perché richiede solo l’utilizzo di un computer. Dunque, stare dentro o fuori dall’ufficio non fa la differenza.

5.    Graphic Designer

Il graphic designer realizza tutti i contenuti visuali che servono per costruire un sito web, un canale Youtube o Twitch. Ad esempio, si occupa di realizzare copertine, loghi, grafiche, banner e molto altro.

Questo lavoro richiede competenze specifiche: è necessario conoscere software come Adobe Photoshop, Canva, InDesign e Adobe Illustrator. Anche se alcuni lavori possono risultare semplici, in generale si tratta di un mestiere che non può essere improvvisato. Infatti, i clienti si fidano solo dei freelance che hanno già esperienza.

Se vuoi avere successo nel mondo del graphic design, ti consigliamo di preparare degli esempi di grafiche da mostrare nel tuo annuncio sui siti per freelancer. In questo modo, i tuoi potenziali clienti sapranno se sei in grado di fare bene il tuo lavoro e probabilmente saranno disposti a pagarti di più.

Come diventare un nomade digitale

Ora che conosci 5 lavori che ti permettono di diventare un nomade digitale, hai scelto quello che fa al caso tuo?.

Ti consigliamo di iniziare la tua esperienza online con un esperienza freelance part-time. Infatti, potresti impiegare un po’ di tempo prima di ricevere richieste sulle piattaforme per vendere i tuoi servizi freelance, come Fiverr e Upwork.

Se hai già un altro lavoro come dipendente, ti consigliamo di tenerlo finché non avrai abbastanza successo da poter realizzare il tuo sogno di diventare un nomade digitale 7 giorni su 7. Alternativa è quella di chiedere nell’azienda dove lavori se hanno la possibilità di farti lavorare da remoto.

Un altro consiglio che vogliamo darti se hai deciso di aprire una tua attività online, è di non svenderti. Infatti, spesso per iniziare a guadagnare le persone tendono ad abbassare notevolmente i prezzi. In realtà, questa tecnica è controproducente perché i tuoi clienti si aspetteranno da te quei prezzi a lungo termine.

Se hai qualche dubbio o hai qualche domanda da farci, commenta qui sotto… ci vediamo al prossimo Articolo Ciaoooooo

Ti può interessare anche:

Indice

Pin It on Pinterest

Share This